Le origini dell’Oktoberfest risalgono al 1810, esse sono legate al matrimonio tra il principe bavarese Ludwig e la principessa Therese von Sachsen-Hildburghausen di Sassonia. I festeggiamenti di questo importante evento si svolsero nella periiferia della città di Monaco di Baviera, in un vasto prato. L’evento durò cinque giorni e coinvolse l’intera popolazione bavarese. Il luogo in cui avvennero i festeggiamenti venne chiamato “Theresienwiese” in onore della sposa, per concludere i festeggiamenti fu organizzata una corsa di cavalli, alla quale assistette la famiglia reale insieme alla popolazione di Monaco. Questo evento riscosse un importante successo, di conseguenza si decise di ripeterlo anche gli anni successivi, trasformandolo in un evento tradizionale. Inoltre, negli anni a seguire non ci fu solo la corsa di cavalli ma anche una festa agricola, la quale aveva lo scopo di promuovere la stessa agricoltura bavarese ed anche l’economia ad essa collegata. Nel tempo l’Oktoberfest ha trasformato il suo volto, infatti, oggi l’elemento che contraddistingue  questa festa popolare è la birra, che viene servita esclusivamente nei boccali da 1 litro. In aggiunta, ogni birreria al suo stand all’interno di capannoni di grandi dimensioni. Potete notare come si sia evoluta nel tempo come festa, offrendo servizi differenti e coinvolgenti. Un’occasione per vivere momenti di convivialità in compagnia sorseggiando dell’ottima birra.

Ma la Germania non è solo conosciuta per feste tradizionali e divertimento, in quanto è un territorio ricco di storia, testimoniata anche dai suoi meravigliosi castelli, come per esempio quello di Linderhof, il suo nome deriva da un possente tiglio, che da secoli si trova nel parco adiacente. Nel 1869 Ludwig II acquistò il terreno per poterci costruire una “villa reale” che infine si trasformò in un castello in stile barocco-rococò. Un altro castello di rilevanza importante è quello di Neueschwanstein in stile neogotico. Il re Ludwig II aveva costruito questa struttura per ritirarsi dalla vita pubblica. Oggi, è uno dei castelli e delle fortezze più visitati in Europa. Nelle pitture murali del castello vengono raccontate storie d’amore, colpa, pentimento e redenzione. Un motivo ricorrente degli arredi è il cigno, simbolo cristiano della “purezza”. Tutte le stanze restano aperte ai visitatori. Cosa aspetti ad immergerti in un’atmosfera fiabesca?

 

 

 TAG:      

LASCIA UN COMMENTO