Nella località di Livigno, fin dal passato, crescono delle piante, per lo più spontanee, utilizzate tradizionalmente per trattare i piccoli malanni degli uomini e anche per gli animali. In realtà avevano anche uno scopo alimentare, ludico e domestico. Queste piante si possono lavorare, raccogliere, preparare ed infine utilizzare. Tra le più adoperate sul territorio, ricordiamo: l’achillea moscata, viene utilizzata per la produzione di un liquore digestivo locale, da bere volentieri dopo i pasti. Questa pianta è ricca di olio essenziale con proprietà antinfiammatorie, sa sprigionare, inoltre, un sapore intenso. Può essere impiegata anche nella preparazione delle tisane, una volta che è stata fatta essiccare. Anche il tarassaco è molto importante, in quanto è una pianta con proprietà benefiche ed è ricca di vitamina A, C e ferro. Una volta fiorito il tarassaco viene chiamato fiore giallo. In passato, veniva usato come uno dei contorni del bollito. Inoltre, i suoi petali erano miscelati con acqua, zucchero e succo di limone per ottenere uno sciroppo chiamato miele da spalmare sul pane. Mentre, attualmente, sono i formaggi locali a godere di questo abbinamento.

 

 

 TAG:        

LASCIA UN COMMENTO