Turismo Responsabile

Con lo sviluppo delle sensibilità ambientali anche il modo di fare turismo sta cambiando con la nascita del turismo sostenibile.

Per il turismo, come per altri settori, “sviluppo sostenibile” significa assumersi responsabilità in ambito sociale ed ambientale, ponendo al centro la salvaguardia dell’ambiente e il rispetto sociale ed economico delle popolazioni. Siamo pronti a pensare al turismo in modo differente?

Rispetto dell’ambiente, ecosistema e impatto ambientale delle strutture.

Molte barriere coralline sono diventate aride non solo per il cambio climatico ma anche per il calpestio dei turisti. Gli hotel più amati sono spesso quelli costruiti sulla spiaggia tra le dune ma hanno evidentemente un altissimo impatto ambientale.

Se invece parliamo di rispetto delle popolazioni, si pensi ai Masai che rischiano di venire allontanati dalle loro terre, le terre dei loro avi, per fare posto a una riserva da 1.500 chilometri quadrati che servirà i principi degli Emirati e i loro ospiti.

Tour operator provenienti da diverse parti del mondo uniscono le proprie forze attraverso un’associazione volontaria dal nome TOI “Tour Operators Initiative”, nata sotto il patrocinio delle Nazioni Unite e la supervisione di organizzazioni internazionali quali UNEP, UNESCO e UNWTO. Tra gli intenti dell’associazione figura l’impegno a scoraggiare qualunque forma di turismo abusivo ed illegale, a promuovere un atteggiamento più consapevole e a monitorare l’impatto ambientale, sociale e culturale dell’attività turistica nelle rispettive destinazioni. Maggiori informazioni sul sito www.toinitiative.org

Ognuno di noi può assumere un atteggiamento e un comportamento “sostenibili”. Siamo noi i viaggiatori, e noi possiamo scegliere.